A cura di

Uso dello spazio e del territorio - Home range e territorialità

Le forze che promuovono l’isolamento o la spaziatura tra gli individui, coppie o gruppi in una popolazione, non sono mai così diffuse come quelle che favoriscono l’aggregazione; ma, tuttavia, sono importanti per aumentare la fitness oltre che essere meccanismi di regolazione delle popolazioni.


L’isolamento, in generale, dipende da due principali fattori:
- la competizione fra individui, oppure
- l’antagonismo diretto.

 

Figura 4. Movimenti di una banda di Coati Nasua narica (coati dal naso bianco) sull’Isola di Barro Colorado durante un periodo di nove mesi. L’home range complessivo è delimitato dalla linea tratteggiata (in grigio la core area). Il diametro massimo est-ovest è di circa 700 m (da Kaufmann in Wilson, 1983).

 

In entrambi i casi si può avere una distribuzione casuale o uniforme in quanto i vicini più prossimi vengono eliminati.
L’attività degli individui, delle coppie o dei gruppi di familiari di vertebrati ed invertebrati si svolge in un’area ben definita, chiamata home range (area di residenza).


Più esattamente viene definita home range (area vitale, area familiare), quell’area all'interno della quale un animale (singolo, coppia, gruppo) svolge le proprie attività durante l'anno. Nell’ambito dell’home range possiamo, inoltre, individuare la core area, cioè quella parte di home range soggetta a più intensa frequentazione. 

 

Figura 5. Sito di nidificazione (tondo), territorio (rigato denso) e home range (rigato largo) di una coppia di Gypaetus barbatus, comunemente noto come "avvoltoio barbuto" o "avvoltoio degli agnelli", sui Pirenei spagnoli (da Hiraldoetal., 1979).

 

Nel caso in cui l’area identificata con l’home range viene effettivamente difesa, per cui lo spazio utilizzato da individui, coppie o gruppi di antagonisti è poco o affatto sovrapposto, allora si parla di territorio che, quindi, è l’area effettivamente occupata più o meno esclusivamente da un animale (gruppo) per mezzo della repulsione, attraverso la difesa palese o l'annuncio (Wilson, 1983).


Ci sono casi in cui l’home range coincide con il territorio (Figura 4) e casi in cui, invece, il territorio è solo una parte dell’home range come nel caso dei gipeti, o altri grandi rapaci, che difendono, dall’ingresso di conspecifici, un’area relativamente ristretta attorno al nido (territorio), mentre una coppia di soggetti nidificanti frequenta un’area notevolmente più estesa per la ricerca alimentare (home range) che può variare da 150 a 300 kmq, contemporaneamente ad altri individui (Figura 5).